Problemi alla vista nei bambini: 8 comportamenti che i genitori possono notare

  • Valerio Di Castro
  • 160
  • 19-01-2022

Problemi alla vista nei bambini: 8 comportamenti che i genitori possono notare

Problemi alla vista nei bambini: 8 comportamenti che i genitori possono notare

Alcuni bambini nascono con problemi di vista, mentre altri li sviluppano più tardi durante l'infanzia. Sfortunatamente, non è sempre facile sapere se gli occhi del bambino funzionano correttamente. Può essere particolarmente difficile rilevare problemi di vista quando i bambini sono piccoli e non riescono a comunicare che hanno problemi a vedere.

Ecco 8 comportamenti che un buon genitore può interpretare come segnali di un possibile problema alla vista.


Attenzione a questi comportamenti


1. STROFINARSI GLI OCCHI

Un segno frequente di affaticamento degli occhi in un bambino è quando si strofinano molto gli occhi. Può essere causato da un problema di equilibrio muscolare o di messa a fuoco che fa affaticare facilmente gli occhi. Può essere correlato anche ad allergie oculari.

2. STRIZZARE GLI OCCHI

Strizzare gli occhi aiuta a rendere la visione un po' più chiara per un bambino miope. I bambini che presentano questo disturbo della vista possono vedere le cose che sono vicine a loro, ma hanno difficoltà a vedere le cose lontane, come la TV dall'altra parte della stanza. Strizzare gli occhi può anche aiutare a chiarire parte della visione distorta che può essere causata dall'astigmatismo. I bambini imparano a socchiudere gli occhi in tenera età come meccanismo di compensazione per aiutare a chiarire la loro visione offuscata. Cosa fare? È importante far visitare regolarmente gli occhi dei bambini per verificare l’eventuale insorgere della miopia ed intervenire il prima possibile con strumenti correttivi efficaci, come Myopkids di Ital-Lenti basate sul defocusSeguendo questo principio di progettazione, l’area centrale della lente offre il necessario potere diottrico per garantire l’adeguata correzione refrattiva per lontano e correggere la miopia.

3. INCLINARE O GIRARE LA TESTA

Un altro meccanismo di compensazione che i bambini imparano è inclinare o girare la testa quando hanno uno squilibrio muscolare negli occhi. Inclinandola o girandola, possono usare la posizione della testa per alleviare lo sforzo dei muscoli oculari e mettere a fuoco insieme.


4. COPRIRSI UN OCCHIO

Quando un occhio funziona significativamente meglio dell'altro o ha una visione più chiara, un bambino può avere la tendenza a coprire l'occhio meno performante. Questa potrebbe essere un'indicazione di una condizione chiamata ambliopia, che a volte viene definita "occhio pigro". Quando i due occhi non funzionano bene insieme, il cervello cerca spontaneamente di privilegiare l'occhio migliore. Nei casi più gravi, questo può causare la perdita della vista in un occhio se non corretto in anticipo.

5. MAL DI TESTA

Mal di testa frequenti in un bambino possono indicare un problema di affaticamento degli occhi o difficoltà di messa a fuoco. Sebbene meno frequenti, i mal di testa possono anche essere un segno di problemi più seri che causano pressione o gonfiore dietro gli occhi. Questo perché gli occhi devono lavorare di più per mettere a fuoco gli oggetti sfocati di fronte a loro.

6. GOFFAGINE O SCARSA COORDINAZIONE OCCHIO-MANO

Nei bambini, alcuni problemi di coordinazione sono in realtà dovuti ad una errata percezione visiva delle distanze. Esempi comuni sono la tendenza a rovesciare piccoli oggetti o la difficoltà a imparare ad andare in bicicletta.

7. SCARSA ATTENZIONE

Potrebbe sembrare che un bimbo perda rapidamente interesse per giochi, progetti o altre attività lunghe. Può trattarsi di iperattività o deficit di attenzione, ma anche di ipermetropia, ossia la facilità a vedere gli oggetti lontani, ma un’eccessiva concentrazione nel vedere quelli vicini. L'ipermetropia è difficile da diagnosticare, perché i bambini che ne spesso non mostrano problemi alla vista e non si rendono conto dello sforzo di focalizzazione, che tuttavia gli farà desiderare di spingere via un giocattolo abbastanza velocemente e passare a qualcos'altro.

8. EVITARE LA LETTURA

Un bambino potrebbe evitare di leggere, disegnare, giocare o fare altri progetti che richiedono una messa a fuoco ravvicinata. Da notare che non sempre percepiscono questo problema correttamente, per cui potrebbero tendere a nascondere le difficoltà visive sforzandosi eccessivamente di non perdere il segno o tenendo un libro troppo vicino. Qualora un bimbo manifestasse questi sintomi, un genitore può richiedere un controllo oculistico, sapendo che non è necessario aspettare l'inizio della scuola primaria. Si possono così correggere per tempo molti problemi, migliorando la qualità di vita del bambino e il suo futuro da adulto.


(Fonte Ital-Lenti)

newsletter
// //